Un paio di note brevi prima di iniziare perché sennò potresti fraintendere o non seguire bene il discorso:

  1. chiamiamo comunemente “cortisone” tutti i prodotti a base di “corticocortico steroidi” o (molecole che imitano in modo più o meno forte la molecola del Cortisolo, ormone antinfiammatorio prodotto naturalmente dal nostro organismo
  2. Il più famoso e usato corticosteroide, nonché quello che potrebbe causare maggiori problemi dì insonnia, è il PREDNISONE (meglio conosciuto in Italia come DELTACORTENE)

La terapia steroidea è utilizzata per trattare un’ampia varietà di condizioni mediche, dalle malattie infiammatorie intestinali (IBD), colite ulcerosa e malattia di Crohn, alle dermatiti, artrite reumatoide e reazioni allergiche. I farmaci steroidei, come il cortisone, il prednisone e il metilprednisolone, possono salvare la vita ai pazienti in condizioni critiche. Ma c’è un problema. L’assunzione di prednisone e altri cortico steroidi può causare una serie di effetti collaterali. Questi possono essere da lievemente fastidiosi a intollerabili. Uno dei potenziali effetti collaterali degli cortico steroidi comunemente prescritti come il prednisone è rappresentato dai disturbi del sonno, come l’insonnia.

Continuate a leggere per saperne di più sul perché il prednisone può impedirvi di dormire bene. Inoltre, scoprirete come ridurre o eliminare gli effetti collaterali del prednisone come l’insonnia.

Che cos’è il prednisone?

Il prednisone è un farmaco corticosteroide. È un forte antinfiammatorio e agisce sopprimendo il sistema immunitario. Il prednisone è spesso descritto come un “jolly”, perché può essere efficace nel trattamento di un’ampia gamma di condizioni mediche. Questo farmaco steroideo imita l’ormone cortisolo, prodotto naturalmente dalle ghiandole surrenali su segnale dell’ipofisi nel cervello. L’ormone cortisolo è responsabile di molte funzioni critiche dell’organismo, tra cui la risposta di lotta o fuga (risposta simpatica) e il mantenimento dell’infiammazione sotto controllo.

Tuttavia, il prednisone può causare molti effetti collaterali, come disturbi del sonno e insonnia (difficoltà ad addormentarsi o a mantenere il sonno). Altri effetti collaterali del prednisone sono la ritenzione di liquidi, l’aumento di peso, gli sbalzi d’umore, l’acne, l’aumento della crescita dei capelli, la fragilità della pelle, l’aumento del flusso di urina, la diminuzione della libido, il bruciore di stomaco, la depressione, l’ipertensione arteriosa e l’aumento della glicemia. L’uso cronico di prednisone può portare a effetti collaterali a lungo termine, come la diminuzione della massa ossea e l’aumento del rischio di fratture ossee.

In genere, gli effetti avversi del prednisone e di altri farmaci steroidei sono di lieve entità, ma possono aumentare con dosi più elevate o con l’uso a lungo termine.

Il prednisone rende difficile addormentarsi?

Il prednisone non è uno stimolante; a dosi ridotte e per terapie di breve durata, il prednisone in genere non causa disturbi del sonno nella maggior parte dei pazienti. Tuttavia, gli cortico steroidi possono rendere nervosi o più attenti. Alcuni pazienti trovano che il prednisone li tenga svegli e li porti alla privazione del sonno, soprattutto a dosaggi più elevati.

La terapia steroidea per l’artrite reumatoide influisce sul ritmo del sonno?

Gli cortico steroidi a basse dosi possono efficacemente fornire un effetto antinfiammatorio per sopprimere l’infiammazione associata all’artrite reumatoide, riducendo così il dolore articolare. I corticocortico steroidi come il prednisone vengono prescritti anche per trattare l’infiammazione dei muscoli e dei vasi sanguigni in condizioni come il lupus, la gotta, la sindrome di Sjogren e altri disturbi autoimmuni. Quindi, per rispondere alla domanda precedente, qualsiasi tipo di steroide utilizzato per trattare qualsiasi tipo di patologia può potenzialmente causare disturbi del sonno, in particolare l’insonnia. Tuttavia, è possibile collaborare con il medico e praticare l’autocura e l’igiene del sonno per ridurre o addirittura eliminare questo fastidioso effetto collaterale del prednisone.

Perché i cortico steroidi ci tengono svegli di notte?

Il cortisolo, un ormone naturale dell’organismo, è responsabile della risposta di lotta o fuga del corpo; mantiene la mente vigile e stimolata. I farmaci corticocortico steroidi, come il prednisone, possono mimare l’azione e produrre gli stessi effetti desiderati e collaterali del cortisolo, in misura variabile nei diversi pazienti. Poiché il cortisolo è responsabile della risposta “lotta o fuga”, il prednisone, insieme ad altri farmaci steroidei, produce gli stessi effetti stimolanti, che possono portare a un’alterazione del normale ciclo sonno-veglia. Questo è il motivo per cui i cortico steroidi possono potenzialmente causare disturbi del sonno, in particolare l’insonnia.

Posso assumere un sonnifero durante l’assunzione di prednisone?

Non sono note interazioni tra i sonniferi comunemente prescritti e il prednisone. Tuttavia, questo non significa che non esistano interazioni farmacologiche. Prima di assumere un sonnifero durante la terapia con prednisone, consultare un operatore sanitario.

Gli esperti consigliano di assumere un sonnifero da banco leggero e sicuro, come la melatonina o la camomilla, se il prednisone causa disturbi del sonno o privazione del sonno. Molti pazienti trovano che questo aiuti a ripristinare i loro schemi del sonno e ad alleviare l’insonnia.

È anche una buona idea praticare una buona igiene del sonno. Ciò significa stabilire un orario fisso per il sonno e il risveglio ogni giorno, dare priorità al sonno e apportare graduali modifiche agli orari del sonno. Anche un’attività fisica regolare durante il giorno può giovare al sonno, rendendo l’organismo più stanco e favorendo l’addormentamento.

Tuttavia, un esercizio fisico vigoroso poco prima di andare a letto può avere l’effetto opposto, aumentando il livello di vigilanza.

Qual è il momento migliore per assumere il prednisone?

I cortico steroidi possono disturbare il sonno, soprattutto se assunti la sera. Se questo è il vostro caso, parlate con il vostro medico della possibilità di assumere l’intera dose di prednisone al mattino. Questo può aiutare a prevenire la privazione del sonno. Con una dose mattutina, l’eventuale stato di allerta provocato dal prednisone dovrebbe scomparire nel momento in cui si è pronti per andare a letto, facilitando l’addormentamento.

Riferimenti scientifici:

  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7357890/
  • https://health.clevelandclinic.org/8-prednisone-side-effects-how-to-minimize-them/amp/
[]